|Segnalazione| “Destino – La ricerca della mezza spada”, di Mario Signorile.

Sono lieta di annunciarvi l’uscita del romanzo “Destino – La ricerca della mezza spada“, di Mario Signorile in self publishing.

Titolo: Destino – La ricerca della mezza spada

Autore: Mario Signorile

Formato: ebook/cartaceo

Genere: Narrativa di Azione

Pagine: 168

Prezzo: ebook € 1,99 – cartaceo € 10.50 (servizio aderenti Kindle Unlimited)

Link d’acquisto: https://amzn.to/2K1D14q

Data di uscita Amazon: 12 Novembre

Book trailer: https://www.youtube.com/watch?v=XL5QlsuBGPE

Pagina facebook: https://www.facebook.com/Destino-La-Ricerca-della-mezza-spada-172089366778023/

Sinossi:

Mario è un adoloscente con la passione per la Storia, tuttavia ha qualche difficoltà a relazionarsi con i ragazzi della sua età che lo escludono e lo considerano uno “sfigato”. Proprio la passione per la Storia lo condurrà a vivere un’avventura in una cittadina del sud Italia grazie alla quale scoprirà un aspetto di sè che non sospettava di possedere. Tra battaglie in atmosfere fantasy, enigmi da risolvere, pericoli e nuove amicizie Mario, “eroe per caso”, troverà la forza per affrontare le problematiche della vita quotidiana e per non sentirsi più uno “sfigato”.

Una piccola citazione dal romanzo per voi:

È arrivato il momento di scrivere una storia….qualcosa che è sempre stata sotto il nostro naso, ma non ce ne siamo mai accorti.

Mini Bio:

Nato a Bari a Ottobre del 2000, Mario Signorile si sta preparando ad affrontare l’esame di maturità. Sin da piccolo ha sempre avuto la passione per la cinematografia. Dopo aver girato piccoli video amatoriali per divertire la famiglia, nel 2016 inizia a elaborare dei brevi cortometraggi per il suo canale Youtube. Questa passione è stata ben presto affiancata da quella per la scrittura che lo ha portato a scrivere brevi opere di sceneggiatura, la più ambiziosa delle quali, nata sotto forma di copione e adattata successivamente a testo narrativo, è proprio DESTINO – La ricerca della mezza spada, suo romando d’esordio.

Miss Elena

Annunci

Nuovo Racconto Erotico

Tendo la mano su un fascio di muscoli tesi. Mi muovo piano sotto di lui, non ne ho mai abbastanza. E neanche lui. Lo sento ancora parzialmente duro dentro di me. Sospiro di piacere. È di nuovo pronto e io non riesco più a trattenermi.

Con un mugolio di soddisfazione inizio a muovermi, sul serio stavolta. Gli allaccio le gambe intorno ai fianchi gemendo nel sentirlo completamente. Ruoto appena le anche perché possa arrivare in fondo. Lo sento rilasciare il fiato tra i denti nello sforzo di trattenersi. Gli affondi si fanno più profondi, più veloci. Lo attiro a me. Voglio sentire il suo sapore. Voglio essere marchiata dal suo odore. Lo bacio. Con la lingua mima gli affondi con cui mi sta impalando. Sulle labbra sospiro di piacere e solo la sua bocca trattiene le mie urla. Mi stacco dal suo bacio, ho bisogno di respirare, poi gli mordo la spalla. Anche io voglio marchiarlo. Guardo nei suoi occhi, due profondi abissi azzurri. Potrei affogarci dentro e non mi importerebbe nulla.

Grido ancora. Ci sono ormai. Sento il piacere espandersi a ondate dentro di me. So che lui non verrà prima di me. Non mi trattengo ancora, il sudore mi imperla il corpo. Il respiro strozzato mi esce dalle labbra gonfie per i suoi baci. Con un’ultima spinta prendo il volo e con il suo sapore sulle labbra sento i muscoli della vagina contrarsi intorno il suo membro accarezzandolo. Finalmente anche lui si lascia andare e il getto caldo unito alle sue ultime spinte mi fa sobbalzare ancora una volta. Stremato, si accascia su di me, lo libero lentamente dalla mia morsa. Lo sento bisbigliare contro il collo. -Mia- Lo graffio teneramente sulla schiena. -Si- sussurro e sussulto ancora quando mi morde il seno marchiandomi.

Se vi siete persi i precedenti racconti e siete curiosi, vi lascio i link qui e qui.

Miss Elena

Annunciazione! Annunciazione!

Ciao a tutti! Novità sul blog!

Mi sono recentemente unita a una rete di supporto blogger/scrittori esordienti, dal nome di Rete Blogger.

Vedrete per tanto dei post di supporto che vi invito a leggere, con presentazione di nuovi romanzi recensiti da me (segnalato nel titolo come Review Tour, anteprime delle loro cover (segnalato come Cover Reveal) e segnalazione di nuove uscite (segnalato come Segnalazione). Spero di non essermi dimenticata nulla!

Per il resto non cambierà nulla, il martedì vedrete la consueta rubrica di citazioni famose, e continuerò a postare recensioni di libri, film, serie tv e drama non inerenti all’iniziativa così come i miei racconti e le mie poesiole.

La comunità è nata dalle idee di Cristina Pace che invito a seguire sul suo blog Perché lo dice Krilli, dove troverete recensioni, segnalazioni interviste e campagne promozionali per vari autori nonché il resto del suo personale e fantasioso mondo.

Per avere maggiori informazioni o qualora foste interessati a partecipare sia per aiutare gli altri che per far conoscere i vostri lavori, lascio il link alla pagina FB associata al suo blog qui e il link del Gruppo Rete Blogger qui.

Miss Elena

Apro il mio diario. Riflessioni sulla vita.

Avevo quattordici anni, era la mia prima festa fuori casa. Halloween per esatezza. Eravamo una decina, il gruppo affezionato, tutti a casa di C.M. C’era il ragazzo della mia seconda cotta più importante tale G.T. che frequentava in una sezione diversa. Per questo avevamo poche occasioni d’incontro, i corridoi durante la ricreazione e il tragitto in autobus andata e ritorno. Ero felicissima che avesse accettato l’invito.
Passammo tutti una bella serata, ma la mia sarebbe potuta essere migliore.
Sedemmo accanto per un tempo che mi sembrò infinito, ricordo ancora quando mi afferrò la mano di nascosto e la tenne stretta nella sua, calda e sudata. Sulla mano sentivo chiaramente il battito del cuore. Tump tump tump, faceva eco al mio. Poi ricordo che si alzò ed entrò in una delle camere lì vicino, dalla porta mi fece un cenno con la testa. Desiderava che lo seguissi.

Avrei dovuto alzarmi subito, lo volevo. Mi piaceva tanto, e penso ancora a lui con affetto. Se lo incontrassi ancora il mio cuore perderebbe un battito di nuovo, ne sono sicura. Ma non mi alzai. La paura e l’imbarazzo mi tennero seduta su quello stupido divano. Avevo quattordici anni, non avevo mai avuto un fidanzatino e quello sarebbe stato il mio primo bacio. Rivedo ancora il suo sguardo deluso e triste, le spalle abbattute mentre capisce che non mi sarei alzata. Ovviamente i giorni seguenti persi anche quella che stava diventando una bella amicizia.

Rimpiango ancora il mio primo bacio con G.T. quella fredda sera di Halloween. Rimpiango ancora di aver perso ‘il nostro una volta nella vita‘.

Ma oggi pensando a quel momento come a un destino mai compiuto, forse posso cancellare il ricordo dalla lista dei miei riampianti.

Perchè se è vero che alcune cose sono importanti solo nel momento un cui accadono, allora i rimpianti non dovrebbero far parte della nostra vita.

E i cinesi, almeno la vecchia generazione, hanno ben chiaro questo concetto espresso dalla parola cinese Yuanfen (缘分) che possiamo tradurre con “coincidenza fatidica” che va oltre il destino e il fato per unirsi al Karma e alle coincidenze. È un potenziale tra due persone che hanno incontrato l’occasione di concretizzare il rapporto.

Un proverbio cinese dice:

百世修来同船渡,千载修得共枕眠 (pinyin: bǎi shì xiū lái tóng chuán dù, qiān zǎi xiū dé gòng zhěn mián).

Letteralmente: Ci vogliono centinaia di rinascite per portare due persone a salire sulla stessa barca.

Questo ci indica quanto sia raro e prezioso lo yuánfèn. Nel bene e nel male, chi crede nel principio, non si dispiace per ciò in cui non è riuscito nè si loda per quello che riesce a fare. Ed è con questo concetto in mente che vanno interprerati i rapporti sociali. Infatti se tra due persone vi è yuánfēn significa che tra di loro è presente una connessione potenziale, ma che vi è stata anche l’occasione, la coincidenza che le ha messe in contatto e ha dato origine al loro rapporto di amore, di amicizia o di lavoro.

Se segui lo yuán o yuánfen si può raggiungere la felicità in quanto non fai altro che accettare e assecondare il flusso naturale degli eventi. Un’espressione cinese ricorrente è suí yuán 随缘, appunto “segui lo yuan”, ovvero “segui l’affinità predestinata”.

Ed è il consiglio che dò a me stessa e a voi tutti oggi 🙂

NOTA:

(…il concetto di yuán 缘, traducibile come “causa”, sta ad indicare insieme la causa primaria, cioè il risultato del karma degli individui, che li porta a fare determinati incontri nella vita, e la causa secondaria, ovvero l’occasione, la coincidenza che porta gli individui a incontrarsi. Chang, H.-C., & Holt, G. R. (1991). The concept of yuan and Chinese interpersonal relationships. In S. Ting-Toomey & F. Korzenny (Eds.), International and intercultural communication annual, Vol. 15.)
Miss Elena