Archivio mensile:ottobre 2019

|Cover reveal| “Il Diavolo a due volti” di Nancy Urzo

Eccoci anche oggi con una nuova cover del secondo volume seguito di Erasmus di Sangue.

Titolo: Il Diavolo a due volti, vol.2

Autore: Nancy Urzo

Editore: Self Publishing

Genere: Erotico Thriller

Disponibile in: ebook (2,00€) e cartaceo (15,00 €)

Trama

Si ritorna al passato, a quando, un giovane e innocente Pedro si trova in continua lotta contro l’indifferenza, i segreti e le bugie di due genitori molto spesso assenti.
Questa sua vita disordinata e solitaria lo spinge a compiere azioni inconfessabili, trova sollievo solo stando accanto allo zio Rafael e ai suoi cugini Marcus e Ferdinando. Sascha, la ragazza che da sempre si era limitato ad ammirare da lontano incrocia il suo cammino, vuole a tutti i costi modificare la sua personalità, imporle il suo amore, non può però immaginare che quella ragazza possa essere in grado di dargli il colpo di grazia, farlo impazzire trasformandolo in un diavolo affamato. Cosa gli rimane da fare se non ascoltare la crudele voce della sua psiche e vendicarsi di tutte quelle persone che gli avevano reso la vita insopportabile?

Mini bio

Nancy nasce a Bergamo il 16 Ottobre del 1987 e a soli 12 anni dopo la scuola, anziché giocare con i suoi coetanei inizia a scrivere i suoi primi racconti e poesie, era l’unico modo per lei per estraniarsi dal mondo ostile che sentiva attorno a se. Questa sua passione l’accompagnerà per tutta la sua crescita fino all’adolescenza. Le faranno capire che il suo sogno di diventare scrittrice poteva essere raggiungibile. Ora è una donna sposata e grazie a suo marito trova il coraggio e pubblica grazie a StreetLib la sua prima raccolta di poesie «ANIMA NEL TEMPO: Cuore Narratore. Successivamente pubblica una seconda raccolta intitolata « LA CAREZZA DI UN SOGNO». Decide poi di mettersi alla prova ed esordisce con il suo primo romanzo erotico – thriller « ERASMUS DI SANGUE: Nemmeno il tuo migliore amico ti salverà.» trasformandola in una trilogia.

Miss Elena

Tutto il materiale mi è stato fornito dall’autrice

|Segnalazione| “I ricordi del Cuore” di Alessandra Uscè

Titolo: I ricordi del Cuore

Autore: Alessandra Uscè

Data di uscita: 25 Ottobre 2019

Trama

La vita di Karen Deken sembra trascorrere serenamente ma proprio quando è a un passo dal coronare il suo sogno d’amore, un profondo dolore sconvolgerà la sua esistenza e il suo futuro. La sofferenza è tale da non volersi più innamorare.

Il destino però le fa incontrare Alex, l’uomo delle stelle passionale e romantico che piano piano riuscirà a penetrare il suo cuore restituendogli la luce perduta.

La vita di Karen però, anche questa volta viene messa a dura prova, privandola di qualcosa di profondamente prezioso che sconvolgerà la sua esistenza ma anche quella di chi le sta accanto. Si ritroverà a fare di nuovo i conti con il dolore del passato e con quello cancellato dalla sua memoria e, Alex, ai suoi occhi sconosciuto, dovrà ancora una volta lottare con tutte le sue forze per cercare di riconquistare il suo amore.

“Può il cuore avere dei ricordi? Esso è la mente dell’anima, dove tutto viene inciso e senza che ce ne accorgiamo quei ricordi emergono, prevalendo su tutto. Il mio nome è Karen Deken e questa è la mia storia ma anche quella di chi come me è stato privato dei propri ricordi ma non della speranza”

Miss Elena

Tutto il materiale mi è stato fornito dall’autrice

|Segnalazione| “Una principessa all’improvviso” di Lucia Cantoni

Le segnalazioni abbondano.

Sarà perché WINTER IS COMING?

Sapete, sarà la voglia di starsene sotto il plaid, tazza di cioccolata calda e un buon libro.

Oggi vi parlo de il secondo romanzo autoconclusivo della serie Principi del Palatinato. Trovate il primo volume, “Un principe all’improvviso“, su Amazon in ebook e cartaceo.

Titolo: Una principessa all’improvviso

Serie: Principi del Palatinato

Autore: Lucia Cantoni

Disponibile in: cartaceo ed ebook, anche per Kindle Unlimited

Prezzo: lancio ebook € 0,99 ; cartaceo € 10,00

Data di uscita: 24 Ottobre 2019

Trama

Quanto può rivelarsi difficile essere una principessa dei nostri giorni?
Eliza Thurn und Taxis lo sa molto bene; cresciuta nella bambagia e gravata delle responsabilità che l’etichetta di palazzo le impone, Eliza matura uno spirito di ribellione che la spinge a fuggire dalla prestigiosa università americana nella quale studia e di trovare impiego in uno sperduto ranch dell’Alabama, sotto falso nome. Toccherà ad Anatol, il migliore amico di suo fratello, andare a recuperarla, riportandola sulla retta via.
Ma tra Eliza ed Anatol non scorre buon sangue. L’avvenente avvocato e la principessa hanno, infatti, dei burrascosi trascorsi che faranno scoppiare più di una scintilla… ma si sa, è proprio da una favilla che ha origine il fuoco dell’amore…

Miss Elena

Tutto il materiale mi è stato fornito dall’autrice

|Cover Reveal| “Filo spinato” di Daniela Carboni

Ciao, oggi vi lascio una nuova cover in anteprima per il romanzo di Daniela CarboniFilo spinato“.

Titolo: Filo spinato

Autore: Daniela Carboni

Genere: Romanzo rosa

Formati disponibili: cartaceo ed ebook

Data di uscita: 30 Novembre 2019

Dove trovarlo: Amazon e per Kindle Unlimited

Trama

Tristan, scrittore affermato, dopo la morte della moglie subisce un arresto. La sua vena artistica sembra ormai esaurita e passa molto più tempo con un bicchiere di whisky in mano che non chino sulla sua antiquata macchina da scrivere.

Cristina, giovane istitutrice di sua figlia, è colei che dopo tanti anni riesce a dare di nuovo vita a quei vecchi tasti ormai impolverati e che riesce a risvegliare quelle emozioni che il suo datore di lavoro credeva ormai sepolte e dimenticate.

“Ho bisogno di te…” Queste sono le subdole parole con cui Tristan riesce a tenerla legata a sé. Come una falena attratta dalla luce, Cristina non riesce non rispondere a quell’irresistibile richiamo né al primitivo impulso di salvarlo da sé stesso, a costo di andare contro ogni regola morale e di mettere in gioco i propri sentimenti.
Riuscirà Cristina a salvare Tristan dall’autodistruzione oppure verrà anch’essa risucchiata nel suo inferno personale?

Miss Elena

Tutto il materiale mi è stato fornito dall’autrice

|Segnalazione| “Un amore proibito – Oltre” di Daniela Tess

Eccoci arrivati all’ultima segnalazione per questa trilogia, “Un amore proibito” di Daniela Tess.

Le precedenti segnalazioni potete leggerla qui e qui.

Titolo: Un Amore Proibito – Oltre

Autore: Daniela Tess

Serie: Un Amore Proibito

1° Origini

2° Orgoglio

3° Oltre

Genere: Romance, storico

Data di uscita: 30 Settembre 2019

Trama

Lucas ed Alyce sembrano aver trovato un equilibrio ma una minaccia incombe sul loro rapporto, rischiando di far naufragare ogni sogno di felicità. Arianne e Adrian sono ufficialmente fidanzati: ma il suo passato da libertino è davvero alle spalle? E Philip, anima nera della storia, quali segreti nasconde?

Tutto questo sarà svelato nell’ultimo capitolo della trilogia “Un amore proibito”. In questo gioco di sentimenti, dove nulla è come appare, l’amore saprà davvero andare “Oltre”?

Miss Elena

Tutto il materiale mi è stato fornito dall’autrice

|Cover Reveal|”Splendere” di Palma Caramia

Ecco una uscita fresca di giornata!

Titolo: Splendere

Collana: “Pensieri tra i libri” – 1° Vol.

Autrice: Palma Caramia

Genere: Quaderno

Dimensioni: 12,85 x 19,84 cm

Pag. 50

Data pubblicazione: 19 Ottobre 2019

Copertina flessibile: 6,99 euro

Trama

Quando le frasi di celebri scrittori alimentano le speranze della vita, portandoci a trascrivere estratti, frasi, parole su pezzetti di carta, scontrini e diari.
Quaderni Librosi, racchiudono i tuoi momenti in un unico volume, tra le righe disegnate all’interno in un foglio di dimensioni 12,85 x 19,84 cm a tema Emily Dickinson.
Dimostra la tua unicità.

Mini bio

[…una ragazza che ama la letteratura, il suo sangue è nero come l’inchiostro che le scorre dentro, lei è Palma Caramia e il suo blog “Un tè con la Palma” ha raggiunto in pochi mesi numeri da capogiro. Il suo profilo instagram, che vanta migliaia di followers, è seguitissimo, merito di una grafica accattivante, un sorriso contagioso, una simpatia innata e tanta, ma davvero tanta, professionalità. Palma è giovanissima, ha solo 28 anni, è laureata in interior design, svolge la sua professione nel cuore della Puglia. Prima di essere una bookblogger è, innanzitutto, una lettrice seriale di qualsiasi genere, ama sperimentare gusti sempre nuovi, non solo di tè. Per chi la conosce lei è una “cappellaia matta in gonnella”, che ci racconta “le avventure di una riccia in libreria”. Curiosi? Conosciamola meglio, avviciniamoci un po’ di più.]
Intervista per IL GIORNALE DEL RICORDO a cura di Raffaella Bonora Iannece.

Miss Elena

Tutto il materiale mi è stato fornito dall’autrice

|Segnalazione| “I could love you” di Ester Ashton

Il romanzo dell’autrice italiana Ester Ashton sarà presto disponibile nella sua traduzione inglese in tutti gli store internazionali con il titolo “I could love you“.

In italiano lo potete trovare con il titolo di “Potrei amartiqui in ebook e in cartaceo.

Mentre in inglese lo potete trovare qui, per il momento solo in versione ebook.

Trama

Cassandra Miller has been deeply wounded in her past and this thing has affected her life. An inner torment made her insecure, incapable of accepting her body and reclutant to give her love to someone. But her life is about to change: she meets Logan Mitchell and the apathy in wich she lived goes inexorably into fragments.
He is a marine, beautiful as sin, but danger for her fragile feelings: because Logan doesn’t know what love is. Something, however, is destined to change. Because when feelings undergo the seductive charm of love, the only thing to do is let them carry on.
A battle of conflicting emotions will lead both them to mistakes and impossible choices.

He will fight for the most important mission of his life…
She will face a struggle between the demons of the past and her heart…


Miss Elena

Tutto il materiale mi è stato fornito dall’autrice

Racconto

Tempo fa avevo pubblicato un racconto ambientato in Corea, scritto per un concorso tra blogger indetto dalla pagina Penne d’Oriente.

Finalmente gli possiamo dare un continuo, fatemi sapere cosa ne pensate 🙂

Prima parte: “Fuori Servizio

Seconda parte: “La prossima volta”

In Corea del Sud, e in altri paesi asiatici, è d’obbligo scambiarsi i bigliettini da visita al primo incontro, biglietti che io tengo tutti insieme in un portafoglio adatto allo scopo.

Il problema è che il portafoglio non è dove dovrebbe essere: in mio possesso. Sospiro. Ho decisamente perso il Suo biglietto da visita. E un’altra capatina in ospedale non mi sembra opportuna. Sospiro ancora.

Con il passare dei giorni e delle settimane poi, la speranza di poterlo incontrare ancora si è vaporizzata.

In Asia esiste una leggenda: se si è destinati a incontrarsi succederà ancora e ancora grazie al filo rosso che tiene unite le anime gemelle.

Mi guardo le mani. Vuote.

Annuisco e accetto il mio destino. Non lo vedrò mai più, penso tra me e me.

Mi appoggio alla balaustra in vetro che circonda la terrazza panoramica. Non so quanti scalini ho salito, dopo le prime due rampe di scale ho smesso di contare. Sembra che ai coreani piacciano le scale, come ai romani… è un continuo andare su e tornare giù. Senza fiato respiro a fondo e mi metto a guardare la vista su Seoul.

Fantastica, quel miscuglio di architettura antica e moderna l’ho trovata solo a casa mia, Roma.

Dio, quanto mi manca, mi dico mentre mi accascio su una delle panchine in legno senza schienale. Continuo a tenere lo sguardo su quella vista mozzafiato e cerco di ritrovare il mio equilibrio interiore.

Il lavoro mi sta uccidendo, ma per fortuna lo adoro. Pur sentendo la mancanza della mia famiglia, degli amici e della mia casa, sono contenta di essere venuta qui per seguire il mio sogno.

Chiudo gli occhi e sollevo il viso alla carezza del vento.

“Emma”.

Mi giro verso la voce. La mia bocca disegna una piccola e perfetta O quando mi ritrovo a guardare il mio dottore coreano in tenuta da jogging. Mi alzo e mi inchino leggermente.

“Salve dottor Han”.

“Siediti” mi dice indicando la panchina dalla quale mi ero appena alzata.

Mi siedo e lui accanto a me. Mette le braccia indietro e allunga le gambe davanti a sé. Lo guardo di sottecchi, è davvero un bell’uomo.

“Giorno libero?” chiedo.

Annuisce.

“Appena ho qualche ora ne approfitto per visitare la città” gli rivelo imbarazzata da quel lungo silenzio. “Sale spesso fin quassù?”.

Finalmente si gira a guardarmi. I suoi occhi neri catturano i miei.

“Perché non mi ha chiamato?”.

“Perché è sicuro che l’avrei chiamata?”.

Avvicina il viso al mio, arretro di poco. Lui sorride.

Non mi trattengo più. “Ho perso il suo biglietto” dico abbassando lo sguardo. Prende il mento tra l’indice e il pollice sollevando il viso verso il suo.

Siamo davvero troppo vicini. Sarei arretrata, ma la sua stretta è forte. Si china ancora, mi lecco le labbra d’istinto. Joon-Soo sorride seguendo il movimento. Poi devia verso l’orecchio. “Dammi il tuo cellulare” sussurra passando a un linguaggio meno formale. “Perché?” dico ritraendomi.

Uno strano suono gutturale gli esce dalla gola, poi schiocca la lingua. Solleva la mano con il palmo all’insù. Sbuffo, prendo il cellulare dalla tasca della giacca e lo sblocco con il pollice. Poi lo poso sulla sua mano aperta. Han Joon-Soo lo afferra e lo osservo mentre digita qualcosa. Poi una musichetta riempie l’aria.

Vedo il dottore tirare fuori dalla tasca dei pantaloni della tuta il suo telefonino, poi lo sventola davanti ai miei occhi. Riesco a leggere l’ID chiamante, è il mio numero.

“Così non avrai più una scusa” dice “e se non dovessi sentirti potrò sempre chiamarti io” continua a dire.

Sorrido mentre mi riprendo il cellulare. Joon-Soo si alza poi si posa alla ringhiera e guarda avanti.

“Mi era mancato questo posto”.

Mi alzo anche io, poso un fianco sul vetro girata in modo da vederlo.

“Non hai sempre vissuto qui?”.

“Alla morte di mio padre, mia madre ha sposato un italiano” dice, poi si volta a guardarmi, le mani sulla ringhiera. “Così ci siamo trasferiti a Firenze. Qualche mese fa è morta anche lei e allora ho deciso di tornare qui… non c’era nulla a trattenermi in Italia”.

“Mi dispiace” dico posando una mano sul suo braccio. Mi fa un mezzo sorriso. Questa volta si muove velocemente, sussulto tra le sue braccia quando si china a posare le labbra sulle mie. Le accarezza, lo invito ad entrare. Sento il suo sorriso sulle labbra. Inizia il nostro duello di lingue: accarezza, succhia, scava fino a quando un gemito non mi esce dalla gola. Le mie mani da tempo sollevate sulla sua nuca, la sua a tenermi il viso sollevato.

Mi dimentico completamente di chi ci è intorno, di essere in un luogo turistico, fino a quando non sento qualche colpetto di tosse. Mi allontano posando le mani sul suo ampio petto ma la sua stretta non mi permette di voltarmi. Vedo invece Han Joon-Soo guardare di lato e sorridere.

“Ci scusi, non ho saputo resistere” credo dica in coreano.

Un colpo di tosse e poi una risata.

“La prossima volta non riuscirai a scapparmi, te lo prometto” mi dice all’orecchio.

Ogni parola mi arriva dritta al cuore, facendo un giro un po’ lungo. Ho le guance in fiamme e lo stomaco che brucia. Riesco solo ad annuire.

Poi la sua suoneria spezza l’incanto. Cerco di seguire la conversazione in coreano.

“Pronto?”.

Qualche minuto di silenzio.

“Arrivo subito”.

Il dottore fa sparire il cellulare nella tasca e mi guarda.

“La prossima volta” ripete dandomi un bacio leggero sulle labbra.

Lo guardo andare via, la postura eretta, le spalle larghe e i fianchi stretti. Mi accascio sulla panchina. Le gambe non mi reggono più.

Mi tocco le labbra con le dita. Sento ancora la sua forma. Il suo odore mi circonda.

“La prossima volta” mi ripeto.

Poi scoppio a ridere coprendomi il viso imbarazzata.

Ci sa decisamente fare.

Continua…

Miss Elena

|Non copiate, anche parzialmente, il mio racconto senza un precedente consenso scritto|