È tempo di Shatter me

Ciao! Vorrei dedicare i prossimi incontri letterari a Tahereh Mafi e alla sua trilogia:

1) Shatter me -Schegge di me

2) Unravel me

3) Ignite me

“Ho trascorso una esistenza intera fra le pagine dei libri. In mancanza di relazioni umane, ho stretto legami con personaggi di carta. Ho sperimentato l’amore e la perdita per mezzo di storie ambientate nel passato; ho vissuto l’adolescenza di riflesso. Il mio mondo è una ragnatela intricata di parole (…) Sono una creatura fatta di lettere, un personaggio disegnato da frasi, il prodotto di una fantasia narrativa”

La parte più bella è la scrittura della Mafi, questa giovane scrittrice di origini iraniane. Il suo è un metodo incisivo, ricco di metafore che mi hanno aperto mente, occhi e cuore. Scrive in maniera cruda e articolata, povera di punteggiatura messa ad hoc per rendere il discorso ancora più reale.

La prima parte del libro è un lungo monologo interiore che permette di affacciarci nella vita di Juliette e nel mondo post apocalittico in cui vive.

“Sono rinchiusa da 264 giorni. A tenermi compagnia ci sono solo un quadernetto, una penna malridotta e i numeri che mi frullano nella testa. 1 finestra. 4 pareti. 15 metri quadrati di spazio. 26 lettere di un alfabeto di cui non mi sono servita nel corso dei 264 giorni d’isolamento. 6336 ore dall’ultima volta che ho toccato un essere umano”

Il miglior incipit di sempre!

Non voglio raccontarvi la storia perchè non amo gli spoiler. Se dovessi descriverla in poche parole direi che la diciassettene Juliette è detenuta da tre anni perchè possiede  ̶u̶n̶ ̶d̶o̶n̶o̶ una maledizione: un tocco e la persona muore (sì ricorda Rogue di X-men). Tutto sembra cambiare quando in cella entra Adam. È insieme a lui che Juliette inizia a crescere, a prendere coscienza di sé e delle sue capacità. Anche il personaggio del cattivo è tratteggiato benissimo. Warner, capo dell’organizzazione che ha preso il controllo dopo … non si sa ancora cosa (per ora infatti non abbiamo una comprensione reale di quanto è avvenuto al mondo) suscita pietà pur essendo completamente folle. Mi vien da pensare che Adam non sia una scelta così scontata.

Devo dire che a tratti ho odiato la protagonista e trovato Adam troppo “eroico” ma la vena alla X-men, la descrizione di un futuro apocalittico e la scrittura della Mafi mi hanno rapito, commosso e non vedo l’ora di leggere il prossimo capitolo. Ancora poche parole: è un romanzo che si ama o si odia, non si può avere una via di mezzo. Così come Juliette deve decidere da che parte stare, combattere, amare voi fatemi sapere come è andata con questa lettura. Pro o contro?

Io l’ho amato!

A questo punto vi lascio con una ultima citazione dal libro:

“Queste parole sono vomito. Questa penna tremolante è il mio esofago. Questo foglio di carta è la tazza di porcellana del mio gabinetto”

Miss E.

Annunci

4 pensieri su “È tempo di Shatter me

  1. Pingback: E’ tempo di Unravel me – My enchanted worLd

  2. Pingback: E’ tempo di Destroy me – My enchanted worLd

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...