Archivio mensile:settembre 2016

ProverbiAMO #1

Hablando del rey de Roma … por la puerta se asoma

Letteralmente: Parlando del re di Roma … dalla porta si affaccia

Per noi è Parli del diavolo, e spuntano le corna

In origine al posto di rey si diceva ruin ad indicare una persona cattiva che arriva quando meno te lo aspetti spaventandoti 😉

Attenzione! Parli di qualcuno (bene o male) e te lo ritrovi dietro, accade sempre. A voi è mai successo? 😆

Spero che questo sia il primo appuntamento di una nuova sezione mensile del blog. Troverò per voi proverbi in lingua originale (quando possibile) e cercherò di aggiungere sempre piccoli aneddoti. Spero vi piaccia!

Miss E.

Buon compleanno Sig. BIRO

117 anni fa nasceva Ladislao Jose Biro

78 anni fa i fratelli Biro crearono un prototipo della loro penna. 

69 anni fa Marcel Bich comprò il brevetto della penna a sfero Biro per soli 2 milioni di dollari.

Oggi continuiamo a usare la Biro della Bich, un semplice tubicino di plastica in cui è contenuto l’inchiostro che passa su una piccola sfera posta nella punta. 

Grazie, perchè scrivere con una penna o una matita è decisamente meglio. Ringrazio l’esistenza dei PC, ma preferisco ancora la penna e la carta, anche se poi diffondo qui i miei scritti!

Miss E.

10 piccoli passi

Quali sono quei programmi, cartoni, giochi e libri che hanno segnato la vostra infanzia? 

Io ho provato a raggruppare i miei in 10 punti. Voi quali ricordate? Ne abbiamo qualcuno in comune?

  1. I Pokemon. Quelli veri, quando esistevano solo Pokemon Rosso e Pokemon Blu. Io custodisco gelosamente il mio Pokemon Rosso. E le figurine. Mi hanno insegnato il senso dell’avventura.
  2. Bim Bum Bam. Il miglior programma di sempre, ed è così che ho conosciuto, ed iniziato ad amare, gli anime giapponesi. E poi Solletico, grazie alla sua rubrica scientifica mi sono avvicinata alla scienza, e ne ho fatto la mia vita. CVD a tutti!
  3. La Posta di Sonia, Birillo e tutti i cartoni di Super 3. Pensate che mia sorella ed io inviammo loro una lettera, 10 pagine di disegni e frasi sconnesse. Non la lesse. O andò persa. O in realtà i miei non la spedirono mai. Ancora oggi non riesco a chiederglielo. Preferisco pensare che la volta che fu letta noi fossimo in giro a giocare.
  4. Il monopattino e il cerchio. Compagni di infiniti pomeriggi. Il monopattino ce l’ho ancora, giallo fiammante.
  5. Piccole Donne di Louisa May Alcott e
  6. Pattini d’Argento di Mary Mapes Dodge mi hanno iniziato alla lettura. Con loro ho scoperto l’odore di un libro, e la magia dell’immaginazione del lettore.
  7. Buffy-L’ammazzavampiri. Con lei ho capito come lottare per quello in cui si crede. Ho imparato a non arrendermi mai, e mi ha catapultato nel mondo dei primi “amori”. Angel o Spike? Ancora oggi non posso rispondere.
  8. Streghe, il telefilm. La magia, i loro problemi comuni, gli amori e le tante delusioni mi hanno “incantata”.
  9. La svolta di MSN mi ha aiutato a crescere, timida come ero, davanti a quella chat riuscivo a tenere una viva conversazione. Forse i miei amici avranno pensato che avessi una doppia personalità. Di MSN mi sono stufata presto, di scrivere … beh, non accadrà mai.
  10. Tante piccole cose, gesti quotidiani, persone che ho incontrato e luoghi che ho visitato; e tanto altro ancora. Lascio il decimo punto per tutto quello che mi sono dimenticata 😉

E voi?

Miss E.

Focus on: Una bella dormita

Tengo sempre sul comodino, a portata di mano, una matita appuntita e un quadernino aperto a una pagina bianca. E’ il mio rituale prima di andare a letto. In passato mi è capito di svegliarmi con le parole giuste in testa, quelle che cercavo da giorni. E perderle quasi subito nel tentativo di trovare qualcosa su cui scrivere. O ancora mi è capitato di svegliarmi ricordando dove avevo riposto il mio maglione preferito. Da allora sono sempre pronta ad appuntarmelo. E mi è servito davvero.

Sai qualcosa ma non riesci a ricordarla? Oppure non sai trovare le parole adatte? Dormici su, e il tuo cervello farà il lavoro per te mentre dormi. Questo è il consiglio che danno gli esperti dell’Università di Exter (Regno Unito). Secondo i ricercatori durante la notte riviviamo la giornata passata, e fissiamo i ricordi. Responsabile di tutto sarebbe l’ippocampo, che ha sede nel lobo temporale, che ritrasmette gli eventi alle aree del cervello che li avevano registrati. Un pò come se a fine giornata ti mettessi davanti a un proiettore a rivedere gli avvenimenti più importanti.

Vi è mai capitato di svegliarvi e ricordare ciò che vi ha ossessionato, magari, per giorni? Raccontatemi le vostre esperienze!

Miss E.

 

|Recensione|È tempo di Harry Potter, always

Avete presente quei pochi attimi in cui vi sembra di vedere un vecchio amore o una infatuazione tra la folla? Il cuore batte più forte, inizi a spostare lo sguardo da una parte all’altra, fendi la folla per non perderlo di vista. Beh, a me è successo quando ho iniziato a leggere Harry Potter e La maledizione dell’erede. Lo so sarò patetica, ma mi è bastato prendere il libro per tornare a quel mondo di magia. Mi è sembrato di ritrovare un vecchio amico. Di essere avvolta in un caldo e familiare abbraccio. È stato come tornare a casa dopo un lungo viaggio. Meraviglioso.

Vorrei poter continuare a leggere della sua, della loro vita per sempre. Come andare a trovare un amico e raccontarsi davanti a una tazza di caffè.

E voi lo avete letto? Che ne pensate?

Quando finii di leggere I doni della Morte ci misi parecchio per convincermi che era finito e per accontentarmi di quelle poche pagine che raccontavano i personaggi, i miei amici, 19 anni dopo la battaglia. Ora sarà ancora più difficile lasciarli andare. Dopo aver visto chi sono diventati, dopo aver spiato la loro vita, sarà difficile perché adesso abbiamo più bisogno di magia. Di incantesimi.

Non vi racconto nulla della storia, non faccio spoiler. Leggetelo, e poi raccontatemi. L’unica nota che mi sento di fare riguarda la traduzione dei nomi; abituati alla versione italiana vederli nero su bianco nella forma originale è stato strano. Detto questo mi è piaciuto il fatto che fosse la sceneggiatura teatrale, anche se non è la mia forma di scrittura preferita.

And that’s it

2016-09-27-09-28-21

Miss E.

|Recensione|È tempo di Buffy

Questa settimana vado sul nostalgico, e vi parlo di Buffy-L’ammazzavampiri. Ve la ricordate?

Non è stata solo una serie tv, ma uno stile di vita.

Una ragazza cazzuta che prende a calci i mostri, la vita.

L’allenamento costante, un gruppo di amici su cui contare, per non parlare di Angel (prima) e Spike (dopo) hanno permesso alla bionda e atletica Buffy, prototipo della svampita cheerleader, di sconfiggere il male in ogni sua forma. Un teen-drama, mischiato all’horror e al gotico. Non ho mai chiesto di meglio. Per me la storia funzionava.

Miss E.

Liebster Awards-Tag, Tag, Tag

liebster1Ciaooo! Come promesso eccomi qui.

Ringrazio spiritoinmovimento per avermi nominato in quello che è il mio primo tag. Grazie!

Il regolamento cita:

  1. Pubblicare il logo del Liebster Award sul blog.
  2. Ringraziare il blogger che ti ha nominato e seguirlo.
  3. Rispondere alle sue 11 domande.
  4. Nominare a tua volta altri 11 blogger.
  5. Formulare altre 11 domande.
  6. Informare i blogger nominati.

Ed ecco a voi le mie risposte 🙂

1- La cosa che più amate dell’autunno

La contraddizione. Mentre la Natura si appresta a morire, a dormire e si prepara alla rinascita, noi, come tante formichine, ci rimettiamo in moto. Strano e naturale.

2- Cosa significa per voi scrivere?

Libertà. Sono me stessa e spesso mi aiuta a lasciar scivolare via le preoccupazione. Scrivete tutti, questo vi dico. Ognuno di noi ha qualcosa da raccontare!

3- Un regalo che vorreste per Natale

Emotivamente parlando la serenità ahahha. Poi vorrei riuscire a trovare il lavoro che sto cercando. Oggetti? Sempre libri, e io sarò felice lo stesso.

4- Cosa rappresenta per voi il Natale?

La famiglia. Tutto il resto è un di più, gradito ovviamente. Un pò come la carta, i nastri e il fiocco a un pacco regalo. Per me quello che conta è stare tutti insieme, anche se spesso il Natale si trasforma in un campo di battaglia. Non vedi l’ora che arrivi ma poi ti chiedi ogni minuto “Quando passa?

5- Cosa state pensando in questo momento?

Oltre alle risposte a questo meraviglioso Tag? A tante cose e nulla insieme. Un pensiero alla volta 😉

6- Il vostro libro preferito

Difficilissima domanda, a cui non sono in grado di rispondere. Non credo di avere un libro preferito in assoluto. Nel tempo mi hanno regalato tante emozioni, e forse potrei dirvi quale libro continua a darmi sempre nuove emozioni. Ma non lo farò. Voglio dirvi che in ognuna delle mie fasi di crescita ho avuto un libro con me: Piccole Donne e Pattini d’Argento prima Harry Potter poi e tanti altri ancora.

7-  Film preferito?

Se per preferito si intende un film che non mi stancherei mai di vedere allora, in questo momento e sì sarò banale, Grease.

8- Avete mai tenuto un diario personale?

Aggiungerei prima di aprire un blog ;P. E la mia risposta è comunque SI. Da quando avevo 9 anni e lo tengo ancora. Avrò riempito 11 diari con ricordi, biglietti di qualsiasi genere, racconti, lettere, primi drammi e dolori, gioie e amori, poesie e citazioni e tanto altro ancora. Credo che la mia vita sia contenuta in quelle pagine.

Per ROBY, non è affatto infantile. Tranquilla. Lo saremmo tutti visto che dietro queste tastiere raccontiamo la nostra vita, in maniera più o meno colorata.

9- Al colpo di fulmine ci credete?

Mmm, non ne sono sicura, mi viene da dire no. Vi rispondo con dei versi di Shakespeare

Le gioie violente hanno violenta fine, e muoiono nel loro trionfo, come il fuoco e la polvere da sparo, che si distruggono al primo bacio. Il più squisito miele diviene stucchevole per la sua stessa dolcezza, e basta assaggiarlo per levarsene la voglia. Perciò ama moderatamente: l’amore che dura fa così.

10- Una meta dei vostri sogni.

Facile. La SCOZIA! Tra castelli e terre sconfinate, ho già l’itinerario in mente, devo solo trovare i soldi, il tempo e un compagno di viaggio. Non necessariamente in questo ordine.

11- Ricordate il vostro primissimo posto sul blog?

Certo, è successo poco più di tre settimane fa, e se si escludono le due pagine di presentazione – che vi invito a leggere -il primo post riguardava Harry Potter e quello che rappresenta per me. Potete trovarlo qui.

Ed adesso tocca a me, queste sono le mie domande. Alcune le ho rubate, perdonate la mia mancanza di fantasia.

1- La cosa che più odiate dell'autunno.
2- Perché avete scelto di raccontarvi in un blog?
3- Film o telefilm, e perché?
4- Che libro hai sul comodino in questo momento?
5- Mattina o sera? Quando dai il meglio di te?
6- Qual è il miglior incipit per voi?
7- Fil horror o commedia romantica?
8- In quale animale ti identifichi?
9- Se potessi scegliere vivresti nella città in cui vivi adesso? Se no, dove?
10- Che fareste nella vostra giornate ideale?
11- Se volete raccontatevi in due righe.

Ed infine i miei tag, spero di non fare un dispiacere a nessuno 😉 Se non ne avete voglia passate pure.

ilmondodelleparole

serenainbow

violetadyliopinionistapercaso2

giorgiapenzo

sogniefiabe

canemagro

therealsadness

unacontraddizioneambulante

unartistaminimalista

lefenicinonmuoiono

soffiodirespiri

Grazie a tutti

Un saluto dalla vostra Miss E.